Trento, 82enne muore precipitando da una finestra
Tragedia ieri pomeriggio a Trento in un condominio di via Sanseverino. Ernesto Zalla, 82 anni, è morto cadendo da una finestra del suo appartamento al terzo piano mentre stava pulendo i vetri. Zalla era molto conosciuto in città: era stato per anni docente all'Enaip.
Basket, Aquila batte lo Slask 81 a 77
Vittoria per la Dolomiti Energia nel Round 5 di regular season in 7DAYS EuroCup: primo successo stagionale in coppa per l'Aquila Basket che ieri sera alla Blm Group Arena di Trento ha battuto lo Slask Breslavia 81-77. "Siamo molto contenti per questa prima vittoria nel torneo, abbiamo lottato e vinto in condizioni difficili giocando 45’ di vera e propria battaglia sportiva" ha commentato il coach Lele Molin. I bianconeri domenica alle 18 affronteranno alla BLM Group Arena la Fortitudo Kigili Bologna nel nono turno di campionato.
"Il posto accanto", ciclo di incontri sul disagio psichico proposti dalla Diocesi di Trento
“Il posto accanto” è il titolo del ciclo di incontri proposto dalla Diocesi di Trento che affronta il disagio psichico, un disagio che colpisce indistintamente ogni fascia di età e di stato sociale e che la pandemia ha reso ancora più evidente e grave. Primo appuntamento oggi, 18 novembre, alle 20.30 a Trento al Vigilianum di via Endrici (in presenza con obbligo iscrizione su sito diocesi e green pass) sul tema “Le parole del disagio” con relatrice Maria Luisa Drigo, psichiatra e psicoterapeuta. Spetterà a lei il compito di descrivere le tipologie del disagio e le sue definizioni. Un secondo incontro è in calendario il 25 novembre alle 20.30 su “Numeri e risorse del territorio” con Camilla Bettella, psicologa e psicoterapeuta del progetto “Invito alla vita”, Erika Bugna, operatrice per l’area Gruppi (entrambe di A.M.A) e Stefania Biasi, del Centro di Salute Mentale. Gli incontri saranno trasmessi in diretta sul canale YouTube della Diocesi e su Telepace Trento (canale 601).
Bilancio comune di Trento, niente aumenti di tributi e rette dei nidi
Nessun aumento dei tributi e delle tariffe, confermato l'abbattimento delle rette dei Nidi, gli ingressi delle piscine e del palaghiaccio adeguati al tasso d'inflazione. Queste alcune delle scelte della manovra di bilancio in via di definizione del comune di Trento, illustrata dal sindaco Franco Ianeselli ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali. "Sul fronte dei tributi, la manovra di bilancio prevede che l'Imis rimanga invariata - ha spiegato il sindaco. - Quanto alle tariffe, non ci saranno aumenti ma alcuni interventi di razionalizzazione. Per esempio sono previste riduzioni per chi sceglie la pratica edilizia digitale al posto di quella tradizionale cartacea. Gli ingressi di piscine e palaghiaccio saranno adeguati all'inflazione e aumenteranno in media dell'1,5% "per recuperare qualche risorsa che ci permetta di migliorare i servizi di gestione e manutenzione" ha detto Ianeselli. Uno degli elementi della manovra riguarda i nidi: confermato il Bonus dell'anno scorso, che vale circa un milione di euro. “Questo significa che, tenendo conto pure del Bonus Inps, la retta minima anche nel 2022 viene azzerata per circa il 50 per cento delle famiglie della città, quella massima è di 139 euro, mentre quella media si aggira intorno ai 50 euro" conclude il primo cittadino.
Trento, sindacati pronti ad un "patto per la città"
I sindacati trentini sono pronti ad un patto per la città, un protocollo condiviso e trasversale che metta al centro il tema della qualità del lavoro, della sostenibilità ambientale e della rigenerazione urbana, dell’inclusione sociale e della crescita economica. Nell'incontro con il sindaco di Trento, Cgil Cisl Uil hanno sottolineato la necessità che le scelte di investimento, a partire dal bypass ferroviario, siano orientate a fare di Trento una città a “0” emissioni, e che diventino l’opportunità per migliorare la qualità e la sicurezza del lavoro, a cominciare dagli appalti.
Coronavirus, in Trentino nessuna vittima ma 112 contagi
Non ci sono state vittime da covid-19 in Trentino nelle ultime ore. Ma resta alto il numero dei contagi e dei ricoveri. Sono 112 i nuovi casi positivi registrati su 7600 tamponi circa. In ospedale sono ricoverati 28 pazienti, due in meno di ieri, ma salgono a 5 le persone in rianimazione. Le vaccinazioni intanto arrivano a quota 813.693, di cui 372.057 seconde dosi e 24.944 terze dosi.
Bolzano, aperto all'ex Alimarket il Centro Emergenza Freddo
Aperto a Bolzano all'ex ALimarket il Centro Emergenza Freddo. In via Gobetti a disposizione fino a 95 posti per senza fissa dimora oltre ad un centro diurno. Gli utenti potranno accedere ai servizi di cura personale, di lavanderia e verranno offerti il pranzo e per chi non dorme in loco un lunch box per la cena. Sarà inoltre possibile usufruire di corsi di lingua e, per coloro in possesso dei requisiti, di percorsi di integrazione, ossia corsi professionalizzanti realizzati in collaborazione con gli enti del territorio.
Coronavirus, in Alto Adige nessuna vittima, ma 365 contagi
Non ci sono state vittime da covid-19 in Alto Adige nelle ultime ore, ma cresce il numero di contagi: sono 365 i nuovi casi positivi. Sono stati effettuati 2228 tamponi molecolari e 6666 test antigenici. Sono 70 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, 50 nelle strutture private convenzionate, 9 in terapia intensiva. 7082 persone sono in quarantena.
Gran Finale di UploadSounds 2021, l'11 dicembre a Bolzano
Gran Finale di UploadSounds 2021. Il prossimo 11 dicembre una giuria composta da importanti professionisti del mondo della musica incoronerà i vincitori di quest'edizione, che si aggiudicheranno un montepremi complessivo del valore di 15 mila euro. Per la serata finale, in programma alle 20.30 alla Waltherhaus di Bolzano, si esibirà in uno spettacolare show la cantante bolzanina Anna Carol, il cui live-set comprenderà alcuni nuovi brani del suo primo LP attualmente in fase di lavorazione. C'è ancora tempo per iscriversi al contest musicale dedicato ai talenti under 35 di Trentino, Alto Adige e Land Tirolo. Il bando scade alla mezzanotte del 21 novembre.
Migliora il clima di fiducia dei consumatori trentini
Migliora il clima di fiducia dei consumatori trentini. Lo rileva l’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento. Nel mese di ottobre l’indice relativo al clima di fiducia si è attestato a +0,1 punti, in aumento di oltre 10 punti rispetto alla precedente indagine di aprile. Il miglioramento è trainato, in particolare, dalle valutazioni positive sull’andamento dell’economia provinciale nei prossimi dodici mesi, che sono nettamente più positive rispetto a quanto registrato ad aprile. La percentuale di chi immagina un miglioramento (lieve o netto) raggiunge, infatti, il 45,9% (era il 30,0% ad aprile), mentre i giudizi negativi si contraggono e passano dal 30,7% all’attuale 17,1%. I giudizi relativi alla situazione finanziaria percepita dalle famiglie restituiscono, invece, un quadro di difficoltà. I dati confermano un’elevata percentuale di chi, attraverso le proprie risorse, riesce a malapena a far quadrare il bilancio familiare (65,1%), e un 13,0% che è in grado di accantonare qualche risparmio. A fronte delle migliori aspettative di sviluppo economico nei prossimi dodici mesi, cresce leggermente la propensione all’acquisto di beni durevoli (elettrodomestici, prodotti elettronici e mobili). La percentuale di chi dichiara di aver intenzione di spendere di più in rapporto all’ultimo anno raggiunge il 18%, contro circa l’8% registrato in primavera. Si mantiene alta, tuttavia, anche la quota di chi prevede una contrazione della spesa (27,3%)
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.